Cinquanta sfumature di Lara

Cinquanta sfumature di Lara

Cinquanta sfumature di Lara

Se mi domandassero qual è il personaggio più proposto dalle cosplayer non avrei dubbi: la regina dei videogiochi, colei che ha avuto niente meno che il volto (e il corpo) di Angelina Jolie, la profanatrice di tombe più famosa al mondo, Lara Croft.

Forse perché ci sono moltissime versioni di Lara, complice anche l’elevato numero di episodi raggiunto dalla saga di Tomb Raider, e si può quindi scegliere quella che più aggrada o nella quale ci si sente più a proprio agio, o forse perché, tutto sommato, non è un cosplay così complicato, sta di fatto che nelle varie fiere “le Lara” non mancano mai.

Molte le versioni di Lara portate dalle cosplayer: si va da quella classica, con pantaloncini e body azzurro, a quelle di Tomb Raider – Legend, con la variante top marrone in tinta con i pantaloncini o quella più coperta con maglione blu e pantaloni chiari, outfit creato ad hoc dai programmatori del videogioco per la missione in Tibet.

Notevole, e forse la più complicata da proporre, la versione con cat suit nera e zaino in cuoio sulle spalle, molto d’impatto ma forse non adatta proprio a tutte!

Immancabili, per tutte quante, le pistole e la cintura tattica variamente equipaggiata con granate, rampino magnetico e oggetti vari che chi più ne ha più ne metta!

Personalmente quella che apprezzo di più è la versione di Rise of the Tomb Raider: canotta, pantaloni e molte, molte ferite sparse su tutto il corpo. In questo caso Lara è armata di arco e frecce. Davvero badass!

Spesso poi le nostre Lara vagano per le fiere accompagnate dalla cattivissima Doppleganger, alter ego malvagio presente in Tomb Raider – Underworld, vestita totalmente di nero, con body e pantaloni lunghi, e un’inquietante chioma rosso sangue acconciata in una lunga treccia.

Insomma, Lara Croft piace e molto anche; proposta e riproposta non stanca mai, se poi anche qualche Nathan Drake si aggira per i padiglioni, la foto di gruppo è assicurata!

 

Foto by: Persephone Grey, Mattia Lunardi, Ser Kevin Cavallo, A&R